mimet accessori d'autore logo

 

premiere vision sprin summer 18 mimet

pagina facebook mimet accessori d'autore

pagina twitter mimet

canale u tube mimet

HOME TECNOLOGIA PRODOTTI FIERE CONTATTI NEWS

COLLEZIONE 2019 COLLEZIONE 18-19 COLLEZIONE 17-18 COLLEZIONE 2017 COLLEZIONE 2016 COLLEZIONE 2014 COLLEZIONE 2013

tecnologia l'artigianalità del made in italy coniugata alla tecnologia

i prodotti mimet gioielli d'autore accessori personalizzati su disegno elenco e foto prodotti le fiere a cui partecipa mimet premiere vision paris, linea pelle

 LE MATERIE PRIME PER LA PRODUZIONE DI ACCESSORI

 

Il processo di produzione di un accessorio metallico consiste nella «costruzione» di un particolare metallico partendo da una materia prima (solitamente ottone) costituita da una lastra, barra, piatto, etc.

Attraverso una sequenza di fasi non sempre definite o costanti, il componente o gli elementi costituenti un accessorio, vengono costruiti, assemblati, preparati, galvanizzati e successivamente montati nella loro destinazione finale (scarpa, borsa, cintura etc.)

materiali 

lavorazioni

galvanica

ZAMA: è una lega metallica costituita principalmente da zinco, alluminio, magnesio e rame in diverse percentuali e proporzioni oltre che altri elementi costituenti l’impurità del materiale (ferro, nichel, etc.). E’ considerata una lega «povera», non essendo dotata di particolari caratteristiche fisiche e meccaniche (es. corrosione e torsione).

A fronte di queste caratteristiche, presenta un’ottima «colabilità» motivo per cui si presta alla fusione su stampo di un’ampia tipologia di prodotti

La zama è stata, ed è tuttora utilizzata per la produzione di accessori, in considerazione del suo basso costo, e della relativa facilità di lavorazione. Nell’ultimo decennio il suo uso è diminuito a favore di altre materie prime quali l’ottone che sebbene più costose presentano caratteristiche più nobili.

zama mimet accessori metallici

 

ottone mimet accessori metallici

OTTONE: è una lega inossidabile formata da rame (Cu) e zinco (Zn), il cui tenore di quest'ultimo determina le proprietà come la resistenza meccanica, il colore, la lavorabilità all'utensile, la duttilità, la conduzione di elettricità e calore, la resistenza all'abrasione e alla corrosione.

L'ottone è un materiale duttile, malleabile e ha una buona resistenza alla corrosione.

Rispetto al rame presenta valori più elevati di durezza, resilienza e fusibilità.

La lavorabilità alle macchine utensili delle leghe binarie rame-zinco è buona, ma la tenacità provoca la formazione di trucioli molto lunghi; allora si aggiunge del piombo (Pb) che, insolubile ed estraneo alla struttura cristallina, si disperde ai bordi dei grani: così i trucioli diventano corti o addirittura polverosi e gli utensili subiscono un'usura e un riscaldamento minori, con conseguente miglioramento della qualità e della velocità della lavorazione. Gli ottoni al piombo sono denominati anche ottoni secchi.

Come visto la lega d’ottone contiene oltre a Zn e Cu in diverse proporzioni, anche il Pb, inteso come elemento aggiuntivo per aumentare la lavorabilità, che come impurezza. Viene definito senza Pb l’ottone contenente minimi contenuti di tale elemento. L’ottone senza piombo è molto più difficile da lavorare di quello contenente il piombo, perché la lavorabilità delle barre peggiora considerevolmente con il diminuire del contenuto di piombo. La sua lavorazione richiede quasi il 25% del tempo in più e il materiale grezzo è notevolmente più costoso.

La quantità di Pb per definire un ottone senza Pb, dipende dalla normativa di riferimento.

Come visto la lega d’ottone contiene oltre a Zn e Cu in diverse proporzioni, anche il Pb, inteso come elemento aggiuntivo per aumentare la lavorabilità, che come impurezza. Viene definito senza Pb l’ottone contenente minimi contenuti di tale elemento. L’ottone senza piombo è molto più difficile da lavorare di quello contenente il piombo, perché la lavorabilità delle barre peggiora considerevolmente con il diminuire del contenuto di piombo. La sua lavorazione richiede quasi il 25% del tempo in più e il materiale grezzo è notevolmente più costoso.

La quantità di Pb per definire un ottone senza Pb, dipende dalla normativa di riferimento.

Con il passare degli anni si è cominciato a confondere le varie direttive europee sull'inquinamento elettronico che sostanzialmente rimangono due:

RoHS, la normativa in questione

RAEE che in italiano sta per "rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche" o anche diffusa con il nome inglese WEEE "Waste of electric and electronic equipment ". Su molte apparecchiature infatti si possono trovare i marchi RAEE o WEEE che indicano però la stessa normativa.

vari componenti creazione accessori

macchinario per la realizzazione di accessori in zama

Apparecchi soggetti alla direttiva

La Direttiva si applica alle apparecchiature come definite nella relativa sezione della direttiva WEEE. Il legislatore italiano recependo le direttive CE 2002/95/CE, 2002/96/CE, 2003/108/CE relative alla riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento di rifiuti, ha emanato il Decreto legislativo n. 151 del 25 luglio 2005 (G.U. 175 del 29/05/05 Supp.Ord. 135)

Queste sono:

Elettrodomestici, Apparecchi informatici e di telecomunicazione, Apparecchiature di consumo,  Apparati per illuminazione (comprese le lampadine), Attrezzi elettronici ed elettrici

Giocattoli, attrezzature per svago e sport, Distributori automatici, RoHS nei paesi extraeuropei,

La tendenza ad avere un unico mercato mondiale spinge i singoli Paesi a unificare le normative per facilitare il libero commercio.

Cina Anche la Cina ha sviluppato una legislazione (citata spesso come "Cina RoHS") che ha limitazioni simili. Tuttavia, la legislazione cinese è molto vaga circa l'applicazione e la responsabilità per il rispetto della normativa. Vi sono anche dubbi sulla data di inizio dell'applicazione ma si ritiene sia la stessa della normativa europea

ü  California

ü  La California ha adottato una legislazione simile che è entrata in vigore il 1º gennaio 2007. La legge della California utilizza la direttiva RoHS dell'Unione europea come linea guida.

ü  DIRETTIVA 2011/65/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell’8 giugno 2011

ü  sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche

ü  La certificazione NSF ha lo scopo di tutelare la salute dei consumatori e riguarda tutti i prodotti che vengono a contatto con acqua potabile. In particolare stabilisce i requisiti che devono soddisfare tutti i prodotti che entrano in contatto con l’acqua potabile per assicurare che non rilascino sostanze contaminanti come il piombo.

ü  Lo standard NSF/ANSI Standard 61, Annex G – Weighted Average Lead Content Evaluation Procedure to a 0.25 Percent Lead Requirement – stabilisce un limite massimo di contenuto di piombo non superiore allo 0,25% (media pesata) per tutti i prodotti che vengono in contatto con l’acqua potabile. Il requisito della NSF comprende anche l'aderenza allo standard nazionale degli USA NSF/ANSI Standard 61, relativo ai prodotti per acqua. I limiti sul piombo dettati dallo standard NSF valgono per i produttori di rubinetti, valvole, tubi, raccordi ed ogni prodotto che viene a contatto con l’acqua potabile. I prodotti che derivano da una lega di ottone certificata NSF prevedono test separati per garantire l’assenza di contaminazione.

ü  http://www.nsf.org/

A partire dal 4 gennaio 2014 sono cambiati i limiti per il contenuto di piombo per i prodotti a contatto con acqua potabile destinati al mercato degli Stati Uniti. Dopo tale data non potrà più essere venduto od installato sul mercato americano un prodotto contenente materiali con limiti di piombo superiori.

Contenuti:

ü  legge federale Reduction of Lead in Drinking Water Act;

ü  Prodotti coinvolti e prodotti esenti;

ü  Standard NSF/ANSI 372 Drinking water system components - Lead Conten

ottone senza piombo

 

 

 RAW MATERIALS FOR THE PRODUCTION OF ACCESSORIES

 

The production process of a metal accessory consists in the "construction" of a particular metal from a raw material (usually brass ) consisting of a slab , bar , plate , etc.

Through a sequence of not always defined or constant steps , the component or the elements constituting an accessory , they are manufactured, assembled , prepared , galvanized and subsequently mounted in their final destination ( shoe, bag , belt , etc. )

materials

workings

galvanic

ZINC : is a metal alloy which consists primarily of zinc , aluminum , magnesium and copper in different percentages and proportions as well as other constituents of the impurities of the material ( iron, nickel , etc. ) . And ' it considered an alloy "poor" , not being equipped with special physical and mechanical properties ( eg . Corrosion and twist ) .

In view of these characteristics , it has excellent " castability " why lends itself to the fusion of the mold of a wide range of products

The zamak has been , and still is used for the production of accessories , in view of its low cost , and relative ease of processing . In the last decade its use has declined in favor of other raw materials such as brass that although more expensive are the noblest characteristics .

zama mimet accessori metallici

 

ottone mimet accessori metallici

BRASS: is a stainless steel alloy consisting of copper (Cu) and zinc (Zn), the content of which the latter determines the properties such as mechanical resistance, color, machinability, ductility, the driving of electricity and heat, resistance to abrasion and corrosion.

Brass is a ductile material, malleable and has a good corrosion resistance.

Compared to copper it presents higher values ​​of hardness, resilience and fusibility.

The machinability of the copper-zinc binary alloys is good, but the toughness causes the formation of very long chips; then you add the lead (Pb), insoluble and foreign to the crystalline structure, is lost at the grain boundaries: as the chips become shorter or even dusty and tools undergo a minor wear and heating, resulting in improved quality and of the processing speed. The brass leaded brasses are also called buckets.

As seen the brass alloy contains in addition to Zn and Cu in different proportions, also the Pb, intended as an additional element to increase the workability, that as an impurity. It is defined without Pb brass containing minimum content of that element. The unleaded brass is much more difficult to work than that containing lead, because the processability of the bars worsens considerably with decreasing lead content. Its processing requires almost 25% of the extra time and the raw material is significantly more expensive.

The amount of Pb to define a no Pb brass, depends on the relevant regulations.

As seen the brass alloy contains in addition to Zn and Cu in different proportions, also the Pb, intended as an additional element to increase the workability, that as an impurity. It is defined without Pb brass containing minimum content of that element. The unleaded brass is much more difficult to work than that containing lead, because the processability of the bars worsens considerably with decreasing lead content. Its processing requires almost 25% of the extra time and the raw material is significantly more expensive.

The amount of Pb to define a no Pb brass, depends on the relevant regulations.

Over the years it has begun to confuse the various electronic pollution European Directives that remain basically two:

RoHS, the legislation in question

WEEE which in Italian means "waste electrical and electronic equipment" or even spread with the English name WEEE "Waste of electric and electronic equipment". On many devices you can be found WEEE or WEEE brands but represents the same legislation.

vari componenti creazione accessori

macchinario per la realizzazione di accessori in zama

Equipment covered by Directive

The Directive applies to equipment as defined in the relevant section of the WEEE directive. The Italian legislature incorporating the EC directives 2002/95 / EC, 2002/96 / EC, 2003/108 / EC regarding the reduction of hazardous substances in electrical and electronic equipment and the disposal of waste, issued Legislative Decree n. 151 of 25 July 2005 (Official Gazette 175, 29/5/05 Supp.Ord. 135)

These are:

Household appliances, computer equipment and telecommunications, consumer equipment, lighting apparatus (including bulbs), electronic and electrical equipment

Toys, leisure and sports equipment, Vending Machines, RoHS in countries outside Europe,

The tendency to have a single world market pushes the individual countries to unify the regulations to facilitate free trade.

China China also developed legislation (often referred to as "China RoHS") that has similar limitations. However, Chinese law is very vague about the application and responsibility for compliance with the legislation. There are also doubts about the start date of the application but is believed to be the same as the European legislation

ü California

ü The California adopted a similar legislation which came into force on 1 January 2007. The California law is using the European Union's RoHS Directive as a guideline.

ü  DIRECTIVE 2011/65 / EU OF THE EUROPEAN PARLIAMENT AND OF THE COUNCIL of 8 June 2011

ü on the restriction of certain hazardous substances in electrical and electronic equipment

ü The NSF certification is intended to protect consumer health and applies to all products that come into contact with drinking water. In particular, it establishes the requirements to be met by all products that come into contact with drinking water to ensure that do not release contaminants such as lead.

ü The standard NSF / ANSI Standard 61, Annex G - Weighted Average Lead Content Evaluation Procedure to 0.25 Percent Lead Requirement - establishes a lead content limit of up to 0.25% (weighted average) for all products that are in contact with drinking water. The requirement of NSF also includes adherence to the national standard of the US NSF / ANSI Standard 61, concerning water products. The lead on the limits dictated by the NSF standards apply to manufacturers of faucets, valves, pipes, fittings and every product that comes in contact with drinking water. The products that result from a NSF certified brass alloy provide separate tests to ensure the absence of contamination.

ü http://www.nsf.org/

As of January 4, 2014 have changed the limits for the lead content in products in contact with drinking water destined for the US market. After that date can no longer be sold or installed on the American market a product containing materials with higher lead limits.

contents:

ü federal law Reduction of Lead in Drinking Water Act;

ü involved products and free products;

ü Standard NSF / ANSI 372 Drinking water system components - Lead Conten

ottone senza piombo

 

MIMET S.r.l. Via Emilia Romagna, 27  - 35020 Saonara (Pd) -Tel. +39 049 640377; Fax. +39 049 640298; E- mail: info@mimet.net

Codice Fiscale e Partita Iva: 04616480283 - Creazione di accessori metallici- Mappa Sito - © Copyright 2016 Mimet.net, Tutti i Diritti riservati.